Diventa ciò che sei. Nietzsche ci salverà dalla pandemia
15 Marzo 2021
Lidia Di Blasio (39 articles)
0 comments
Share

Diventa ciò che sei. Nietzsche ci salverà dalla pandemia

Dove stanno i tuoi più grandi pericoli? Nella compassione
Cosa ami negli altri? Le mie speranze
Chi chiami cattivo? Chi mira soltanto a incutere vergogna
Che cos’è per te la cosa più umana? Risparmiare vergogna a qualcuno
Che cos’è il sigillo della raggiunta libertà? Non provare più vergogna davanti a se stessi.

Iniziamo la puntata di Caos Cosmo con le parole del filosofo Nietzsche che, ad ascoltarle oggi, pesano come macigni nella nostra coscienza e forse qualche ascoltare riuscirà anche a riflettere e contestualizzare queste stesse parole ai nostri giorni… che proviamo vergogna se usciamo con un amico, che ci fanno sentire in colpa se difendiamo i nostri diritti o che mettiamo in dubbio ciò che siamo, ogni volta che ci troviamo in strada e qualcuno ci guarda storto, facendoci vergognare, soltanto perché portiamo giù la mascherina distanti ben più di 1 mt. O ancora quando vogliamo abbracciare un caro e proviamo ogni volta quella sensazione di totale imbarazzo.
Cosa ci sta accadendo? Lo chiediamo alla Psicologa Dott.ssa Luciana Udina.

Appuntamento Lunedì 15 marzo 2021 ore 19.00 in diretta su JLIVE RADIO


Dal Blog della Psicologa www.lucianaudinapsicologa.com:

Questa frase di Nietzsche non è mai stata così attuale. Oggi tutti gli esperti di crescita personale e tutti gli psicologi, psicoterapeuti, ipnologi e appassionati di fisica quantistica sono concordi nel sostenere che quello che serve ad ogni uomo è entrare in contatto con il proprio inconscio per scoprire chi siamo veramente e quale dovrebbe essere la nostra strada. Quali sarebbero le nostre attitudini ed i nostri talenti, se non fossero stati soffocati dai condizionamenti dell’educazione e della società.
Ed ecco che forse tante perle di saggezza non comprese e non apprezzate da chi ci ha preceduto cominciano ad avere un proprio spazio e risalto. “Se vuoi cambiare fuori devi cambiare dentro”, “Liberati da ciò che ti ricopre e fai splendere la statua d’oro che c’è in te.” Tante belle frasi che ispirano e fanno pensare.

Purtroppo in questo momento storico quello che mi sembra molto attuale è il concetto dell’eterno ritorno di Nietzsche, questa sensazione di vita stagnante, questo aver fatto ed aspettato tanto per ritrovarsi sempre ed ancora al punto di partenza. Questa sensazione di non liberarsi mai da ciò che ci opprime e questo senso di impotenza aprono la strada alla depressione, compagna sgradita di sempre più persone. Alzarsi la mattina per vivere giornate tutte uguali, senza stimoli, senza cambiamenti dove la speranza lascia il passo alla delusione, perché neanche l’illusione trova più posto in questo “ eterno lunedì” in queste giornate senza tempo e senza storia. Giornate dove esistono solo paura e solitudine o, nel migliore dei casi, la noia.

Le persone sono smarrite non sanno più a chi e a cosa credere, vedono tutti i sacrifici fatti fino ad ora come inutili e dolorose perdite di tempo. Molti si vedono in un percorso senza uscita dove quello che ci attende domani è proprio un “eterno ritorno”.

Alcuni giornalisti hanno parlato delle persone che dicono di non ricordarsi nemmeno più la vita prima della pandemia. Penso che questa sia una sensazione estremamente preoccupante perché se è pur vero che non si deve vivere nel passato, che sapersi adattare ai cambiamenti ed avere una mentalità elastica sono cose estremamente utili ed importanti è altrettanto vero che il passato rappresenta le nostre radici, un uomo senza passato è come una pianta senza radici, non si può vivere senza la propria storia.

In conclusione è molto triste vedere come la paura, la depressione, la sensazione di incertezza, il panico e la tristezza siano le emozioni dominanti di questi giorni in cui la parola crisi echeggia in tutte le varie situazioni della nostra esistenza.

Dott.ssa Luciana Udina | Psicologa

Foto di PublicDomainPictures da Pixabay

Lidia Di Blasio

Lidia Di Blasio

Direttrice dell’Agenzia di Comunicazione JMOTION, Lidia Di Blasio nasce artisticamente nel 2003 come Modella e Fotomodella per esprimersi nel mondo dello Spettacolo un paio di anni dopo come Presentatrice di eventi e programmi TV. Dal 2018 è editore della Testata Giornalistica e webradio JLIVE RADIO

Comments

No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.