47° ediz. Interamnia World Cup dall’ 8 al 14 luglio 2019
8 Luglio 2019
JLIVE Radio (100 Articoli)
Condividi!

47° ediz. Interamnia World Cup dall’ 8 al 14 luglio 2019

122 Squadre, 32 Nazioni e 4 Continenti, sono questi i numeri della 47° edizione della Interamnia World Cup, un evento sportivo internazionale che rappresenta ogni anno un modello vincente di sviluppo del territorio grazie anche al suo ricchissimo calendario di eventi e iniziative che animano la kermesse sportiva. 

Il “Mondo” dall’ 8 al 14 luglio si incontra nella città di Teramo visitando tutta la sua provincia, grazie alle iniziative che fanno dell’Interamnia World Cup un evento internazionale non solo sportivo, ma anche culturale e turistico. Lodevole è il messaggio concreto che lo caratterizza sin dalla sua nascita: unione dei popoli e amore per lo sport.

Un evento dai grandi numeri per la quale è innegabile il sempre rinnovato successo. Nella scorsa edizione hanno preso parte: 8.900 squadre (264 squadre nazionali e 8.636 di club) di cui 114 nazioni provenienti da 3.389 città in rappresentanza dei 5 Continenti; 184.540 persone coinvolte nell’ambito sportivo tra giocatori, allenatori, dirigenti-accompagnatori e arbitri; 6.135 volontari hanno offerto il loro contributo orgogliosi di far parte dell’evento; 446 gruppi di spettacolo per un totale di 2.056 artisti che hanno arricchito la kermesse sportiva nei suoi aspetti ricreativo-culturali; ben 113.065 persone hanno partecipato ad escursioni turistiche nella nostra regione Abruzzo, tra località di mare e di montagna, tra queste il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Tra le iniziative di spessore che promuovono il territorio abruzzese facendolo conoscere al mondo intero, si distingue “Pietre e Popoli del mondo”, ideato e organizzato dal Pres. dell’Explora Nunaat International Davide Peluzzi. L’iniziativa, di grande valore umanitario che si trova alla sua 16° edizione, prevede l’escursione in una località naturalistica nella quale avviene un importante gesto che lega tutti i popoli del mondo attraverso lo scambio di pietre che ciascuna nazionalità porta con sé dalla propria terra d’origine. Un gesto di unione simbolica che rende “tutti i popoli del mondo uniti con i piedi sulla stessa Terra”.

Pietre e Popoli del Mondo 2018 | Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

La località scelta quest’anno è l’Area Marina Protetta della Torre del Cerrano, una passeggiata guidata nel Giardino Mediterraneo, nella Pineta e nelle Dune. Verrebbe quasi da domandarsi il perché di un’area marina se le pietre sono parte di un territorio montano. “Le montagne nascono dal mare” con queste parole l’esploratore Peluzzi spiega come la natura, nella sua maestosità, dev’essere osservata nella sua stessa ampiezza: con lo sguardo verso le radici e uno verso l’orizzonte. “Con le mani di tutti i Popoli dell’Interamnia raccoglieremo la sabbia del mare per portarla in Himalaya sulla cima del Thasi Lapcha a 5.800 s.l.m. dove verrà sparsa, nel corso della prossima missione Explora La Via del Cielo 2019“. L’appuntamento con “Pietre e Popoli del Mondo” è il 12 luglio 2019 dalle ore 9.00 alle 17.30.

Torre del Cerrano | Pineto (TE) | photo ©jmotionAdv

Questa sera si da il via alla Manifestazione con la tradizionale ed emozionante Parata Inaugurale nel centro storico dalle ore 20.30. L’itinerario è viale Mazzini, via I. Rozzi, Corso S.Giorgio, Piazza Martiri Libertà. Conducono Mirella Lelli e Luigiaurelio Pomante e la città di Teramo si animerà con la musica di MO’ BETTER BAND, The BARON’S BAND, Pineto Street Band e con il concerto bandistico di “Città di Campli”.

JLIVE Radio

JLIVE Radio

JLIVE RADIO nasce come mezzo di comunicazione all’interno del Network JLIVE. Un mezzo professionale per diffondere anche al pubblico degli ascoltatori i Format TV ideati realizzati dall’agenzia di comunicazione e produzione televisiva JMOTION. JLIVE RADIO è una Radio in Streaming e contiene anche diverse sezioni in PodCast dove sono archiviati i numerosi Format del Network JLIVE TV. La Radio è edita in SIAE ::: Licenza Musicale Protocollo Web Siae n. 1595