Auschwitz: viaggio della memoria per 40 studenti pescaresi
5 Febbraio 2019
Davide De Amicis (49 Articoli)
Condividi!

Auschwitz: viaggio della memoria per 40 studenti pescaresi

È in corso ad Auschwitz un viaggio indimenticabile per 40 studenti pescaresi, in uno dei luoghi più significativi della memoria del secolo breve, dove ha perso la vita un numero impressionante di esseri umani innocenti. La memoria è alla base del progetto di educazione alla cittadinanza che sta dietro e dentro il progetto, che attraverso la promozione della conoscenza storica e della partecipazione concreta ed emotiva e il viaggio, renderà i ragazzi testimoni di memoria.

Un fine altissimo quello dell’associazione di promozione sociale Deina, che ha trovato subito sponda nell’associazione Koilos di Pescara che cura un progetto che, oltre al patrocinio, gode anche di una importante partecipazione del Comune, assessorato alla Pubblica Istruzione e della Presidenza del Consiglio Comunale: «Auschwitz è un luogo simbolo del ‘900 – così il sindaco Marco Alessandrini, alla vigilia della partenza -. Quanti sono andati lì raccontano una visita non indifferente, un luogo dove si percepisce il soffio della storia e il baratro dell’orrore. Un luogo dove tanta gente è morta in modo disumano, vittima di una delle più incredibili follie di quello che viene definito secolo breve, ma che con il suo corso ha segnato la storia dell’umanità intera. Abbiamo agevolato questo viaggio, specie se si tratta di giovani, perché in un’era di superficialità non sia la negazione a spiegare cos’è accaduto ad Auschwitz e in Europa in quegli anni che aiuta, né che l’ignoranza o tweet dell’ultim’ora possano cancellano la memoria e il dolore di quelle perdite.  La storia non può essere negata, deve essere raccontata, perché, come diceva Primo Levi: dobbiamo riappropriarci dei contenuti tragici perché se è successo una volta può succedere ancora. E il nostro compito è proprio quello di alimentare la conoscenza e l’umanità, perché non accada più».

Davide De Amicis

Davide De Amicis

Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere direttore responsabile di JLIVE RADIO, è redattore del notiziario online dell'arcidiocesi di Pescara-Penne La Porzione.it e collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo oggi.